Fatti fritti

Come preparare fatti fritti sofficissimi e deliziosi? Ecco la ricetta giusta super collaudata che tutti mi chiedono di avere per preparare le buonissime ciambelle sarde tipiche del periodo di carnevale.

Ho preparato per la prima volta i miei migliori fatti fritti quando ero in Brasile.

Prima di allora avevo già provato tante volte a farli, tempo fa utilizzavo la ricetta che mi era stata passata dalla nonna di un mio amico e mi venivano veramente bene, ma poi ho perso il foglietto sfuso in cui avevo annotato la ricetta e quindi non sapevo più come fare, perché non ricordavo le dosi. Fino a che mi sono trovata in Brasile in periodo di carnevale e avevo proprio voglia di frittelle. Quindi ho chiesto la ricetta a mia cognata, perché ricordavo che la sua ricetta di famiglia per i fatti fritti fosse molto buona. Mi ha fornito la ricetta, che richiedeva tra gli altri ingredienti l’uso dello strutto. Mi ricordo di aver girato diversi supermercati della città, senza però riuscire a reperirlo. Perciò ho deciso di provare ad eseguire la ricetta sostituendo lo strutto con dell’olio di semi di mais. Inoltre ho aggiunto una dose molto generosa di Cachaça (è un’ acquavite, comune in Brasile, ottenuta dalla distillazione del succo di canna da zucchero) dato che ovviamente non avevo lì con me il fil’e ferru”, la nostra acquavite sarda.

Insomma aggiustando un pochino le dosi di base, ho ottenuto la ricetta che ormai uso da tempo, super collaudata, semplice da preparare e che non necessita di stampi, perché la forma delle ciambelle viene data a mano. Poi il sistema di cottura che vi consiglio vi permette di ottenere delle ciambelle belle gonfie, perché mettendole in frittura direttamente con la carta da forno, (che viene poi tolta subito dopo, non preoccupatevi) non si stressa l’impasto e vengono fuori delle ciambelle soffici e alte. Provate la mia ricetta per i fatti fritti e farete la felicità di parenti e amici.

Ingredienti

Ingredienti per circa 30 Fatti fritti:

  • 1 kg di farina 00
  • 1/2 litro di latte
  • 4 uova
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di olio di semi di mais
  • 2 bustine di lievito di birra disidratato  (o 50 g di lievito di birra fresco)
  • la buccia grattugiata di 1 arancia
  • la buccia grattugiata di 1 limone
  •  1 pizzico di sale
  • 90 g di acquavite

 

  • poco olio di semi di mais per aiutarsi nel dare forma alle ciambelle
  • olio di semi di arachide quanto basta, per friggere
  • zucchero semolato a piacere per spolverizzare i fatti fritti

Tempo di preparazione: 1 ora

prima parte impasto

Sciogliete il lievito in poco latte tiepido e tenete da parte. Iniziate a preparare l’impasto,  separando i tuorli delle uova dagli albumi. Mettete da parte gli albumi.

Versate i tuorli in un recipiente capiente, unite lo zucchero, la buccia grattugiata di 1 arancia e la buccia grattugiata di 1 limone. Mescolate con le fruste per qualche minuto, fino ad ottenere un composto omogeneo.

aggiunta olio

Unite al composto, poco per volta, l’olio di semi di mais.

aggiunta latte e farina

Unite al composto il lievito sciolto nel latte e mescolate con le fruste. Poi continuate ad impastare con le fruste, finché il composto lo consente, versando la farina alternata al latte tiepido rimasto e infine l’acquavite. Quando l’impasto risulterà più consistente, proseguite ad impastare con le mani.

albumi a neve

Montate i 4 albumi a neve.

incorporare albumi

Incorporate gli albumi montati a neve nell’impasto, delicatamente, con un movimento dal basso verso l’alto.

lievitazione 1

Coprite la ciotola dell’impasto con della pellicola per alimenti e poi con un panno. Lasciate lievitare in un luogo caldo per almeno due ore.

buco nel fatto fritto

Ungete per bene le mani con dell’olio di semi di mais e prelevate delle piccole porzioni di impasto lievitato.Formate quindi delle palline, grandi più o meno quanto un mandarino. Sempre con le mani ben unte, praticate con il dito un foro al centro della pallina e poi allargate il foro fino a formare dei cerchi, con il buco centrale ben largo. Adagiate le ciambelle in della carta da forno, avendo cura di distanziarle un poco tra loro, perché dovranno lievitare nuovamente, quindi cresceranno.

lievitazione 2

Coprite le ciambelle adagiandovi sopra, delicatamente,  della pellicola per alimenti. Coprite con un panno e fate lievitare fino al raddoppio dell’impasto in un luogo caldo e quindi per circa un’ora e mezzo.

taglio carta da forno

Quando saranno ben lievitate, con una forbice o un taglierino; ritagliate dei quadrati di carta da forno attorno alle ciambelle.

frittura

Portate alla giusta temperatura per la frittura l’olio di semi di arachide.  Immergete le ciambelle (con incluso il loro quadratino di carta da forno) dentro all’olio e dopo qualche istante togliete via con un paio di pinze da cucina la carta da forno.

fatti fritti cotti

Fate dorare per bene i fatti fritti da entrambi i lati, poi scolateli con una schiumarola. Quindi spolverizzate subito con lo zucchero semolato. I vostri fatti fritti sono pronti per essere gustati..o forse sarebbe meglio dire divorati 😉   Buon appetito!

I consigli di Maravilha Food

  1. Usate della carta forno di qualità per adagiarvi i fatti fritti! Perché dovrà accompagnare la frittura in olio caldo per qualche istante e se la carta da forno è scadente, potrebbe non staccarsi facilmente  dalla ciambella, al momento di essere rimossa dall’olio.                           
  2. Se volete conservare a lungo i fatti fritti e mangiarli dopo qualche giorno, dovete lasciarne qualcuno non zuccherato dopo la frittura. Fate raffreddare completamente questi fatti fritti non zuccherati, poi li congelate. Qualche minuto prima di essere consumati li togliete dal freezer e li mettete in forno preriscaldato a 170 gradi per qualche minuto. Poi appena tolti dal forno, potete passarli subito nello zucchero semolato e garantisco che saranno fragranti e soffici come appena fritti. Provare per credere!

No Replies to "Fatti fritti"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.

    Utilizziamo i cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro utilizzo. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra Informativa sui Cookies Maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi